IC MAZZINI

Scuola Secondaria

 

Premiazione del concorso “Una perla per Shlomo”

Giovedì 13 febbraio alle ore 17 si è svolta al teatro La Fenice di Osimo la premiazione del concorso “Una perla per Shlomo”, organizzato dall’I.I.S “Laeng-Meucci”. Questa iniziativa è rivolta ai ragazzi delle classi terze delle Secondarie di Primo Grado di Castelfidardo e Osimo ed ha lo scopo di ricordare e promuovere lo studio e l’approfondimento della Shoah, in particolare è legato al ricordo di Shlomo Venezia, sopravvissuto al campo di sterminio Auschwitz-Birkenau, divenuto poi testimone lucido e coraggioso delle disumane atrocità ivi perpetrate.

A questa settima edizione gli studenti dell’I.C. Mazzini hanno partecipato elaborando poesie, testi narrativi e manufatti artistici; ben dieci prodotti sono stati presentati. E l’impegno,  la cura e la passione con cui i ragazzi hanno lavorato sono stati ampiamente riconosciuti dalla giuria del concorso. Continua a leggere…Premiazione del concorso “Una perla per Shlomo”

Lions Club International: INSIEME PER LA PACE

I disegni dei nostri studenti saranno esposti presso l’Atrio Comunale dal 12 al 15 dicembre.

PRIMO PREMIO: CLAUDIA MASSACCESI

SECONDO PREMIO: MELISSA STODUTO

TERZO PREMIO: ANNA MORESCHI

GRECIA: SECONDA MOBILITA’

PROGETTO ERASMUS+ “WITH YOU, WITH EVERYBODY”

La settimana dal 9 al 16 novembre 2019 ha visto svolgersi la seconda mobilità prevista nell’ambito del progetto Erasmus +, “With You, With Everybody” a cui hanno partecipato, oltre ai docenti accompagnatori, due alunni, una ragazza e un ragazzo, delle classi seconde della Scuola Secondaria di I grado del nostro istituto comprensivo. Elisa Vitalino e Matteo Paolo sono stati ospitati da una famiglia di due alunni frequentanti la scuola partner “Primary School of Melissi” Melissi (Grecia). Oltre ai nostri studenti, sono stati accolti presso le famiglie greche anche ragazzi delle altre due scuole partner del progetto (Lituania e Spagna).

Durante la settimana, i nostri studenti hanno partecipato alle attività didattiche della scuola ospitante nonché alle uscite sul territorio quali la visita al parco Aghios Nikolaos, quella ai siti archeologici di Verghina (che ospita la tomba di Filippo II, padre di Alessandro Magno) e di Pella e la visita alla città di Salonicco. I ragazzi hanno anche molto apprezzato (e testato con entusiasmo!) le terme di Pozar e le cascate di Edessa mentre, nel pomeriggio, sono stati impegnati in momenti organizzati o dalla scuola oppure autonomamente dalle famiglie ospitanti.

Due associazioni operanti sul territorio hanno proposto attività legate alle tematiche del progetto, inclusione e integrazione, alle quali hanno partecipato sia ragazzi che docenti.

Anche questa esperienza, così come la prima tenutasi a Mòstoles, in Spagna, è risultata altamente positiva e formativa, coinvolgendo i partecipanti sotto ogni punto di vista. I ragazzi si sono perfettamente integrati sia con la famiglia ospitante che con la comunità scolastica locale. E il momento dei saluti è stato, anche questa volta, ricco di emozioni… e lacrime…

Una nuova “avventura”, questa, che non verrà dimenticata dai nostri ragazzi, ma neanche dai docenti. La scuola greca, alunni, insegnanti e genitori, ci hanno avvolto nel loro benvenuto e ci hanno fatto apprezzare lo spirito e la tradizione greca. Lo scopo dei progetti europei è proprio questo… capire che, in fin dei conti, la nostra casa è anche ovunque si è accolti.

“Due occhi per chi non vede” – Lions Club Castelfidardo

Sabato 16 novembre 2019

Auditorium San Francesco di Castelfidardo

La classe IA della Secondaria di Primo Grado

ha partecipato alla cerimonia di consegna ufficiale del cane guida Dark a un non vedente.

L’evento è stato organizzato dal Lions Club “Castelfidardo – Riviera del Conero”, che ha voluto condividere con i ragazzi degli istituti scolastici e l’Amministrazione Comunale questo importante momento.

Grazie alla testimonianza diretta di un non vedente i ragazzi hanno potuto riflettere sulla diversità per acquisire una maggiore consapevolezza e sensibilità verso l’altro, soprattutto verso chi è meno fortunato di noi.

Erasmus + : prima mobilità in Spagna

Nell’ambito del progetto Erasmus +, “With You, With Everybody”, dal 19 al 25 maggio 2019, si è svolta la prima mobilità con la partecipazione non solo dei docenti ma anche di un gruppo di studenti della Scuola Secondaria di I° grado. Sei ragazzi, quattro ragazze e due ragazzi, delle classi seconde del nostro istituto comprensivo, sono stati ospitati presso le famiglie di alcuni alunni frequentanti la scuola partner “C.E.I.P. Maria Montessori” Móstoles (Madrid, Spagna). Oltre ai nostri studenti, sono stati accolti presso le famiglie spagnole anche ragazzi delle altre due scuole partner del progetto (Grecia e Lituania).

Durante la mattina, i nostri studenti hanno partecipato alle attività didattiche della scuola ospitante mentre, nel pomeriggio sono stati impegnati in momenti organizzati o dalla scuola oppure autonomamente dalle famiglie ospitanti. Tra i vari impegni proposti, molto graditi dai ragazzi sono risultati la gimkana, svoltasi nel cortile della scuola nella mattinata di venerdì 24, e il ricco picnic, presso uno dei numerosi parchi presenti nella città, curato dai genitori ospitanti, nel pomeriggio della stessa giornata.

Questa esperienza si è rivelata molto positiva sia a livello didattico che umano. I ragazzi si sono molto bene integrati nell’ambiente sia scolastico che familiare e si sono creati dei rapporti di amicizia e di scambio che ci auguriamo durino nel tempo.

Viaggiare è sempre una grande scuola.

Concorso “Il Bicicletterario”: premiazione di una nostra alunna a Minturno (LT)

Il 7 giugno 2019 si è svolta a Minturno in provincia di Latina la premiazione del concorso “Il Bicicletterario”, primo e unico premio letterario dedicato al variegato mondo della bicicletta. Eleonora Zitti, un’alunna della classe IIIA della Secondaria di Primo grado è stata premiata, ricevendo una menzione antologica all’interno della sezione Poesia/ragazzi per l’opera intitolata “Salgo sulla bicicletta”. 

Spetta inoltre un attestato di partecipazione anche agli altri otto alunni della classe IIIA  che hanno partecipato all’iniziativa, scrivendo testi in prosa e in poesia. Gli studenti coinvolti sono Giulia Amici, Yurij Bevilacqua, Thomas Biondini, Thomas Bellucci, Lorenzo Moroni, Giulia Spano, Michele Renni e Valentina Vivani.

Grande soddisfazione per tutto l’Istituto ed in primis per la docente coinvolta, la prof.ssa Sara Pierdominici che ribadisce: “Quando i ragazzi accolgono con entusiasmo le proposte didattiche e si mettono in gioco, diventano i veri protagonisti del processo di apprendimento ed è proprio allora che emergono le potenzialità degli alunni.”

Akka due ho

Ecco il video che i ragazzi del laboratorio pomeridiano di scienze della 3C della secondaria hanno realizzato assieme al Prof. Moscoloni con la collaborazione della Prof.ssa Scordino. Il video è stato ideato e realizzato nell’ambito del concorso indetto dal Miur sullo sviluppo sostenibile intitolato “Facciamo 17 goal. Trasformare il nostro mondo: l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile”.
Parole, musica e immagini a sostegno dell’uso consapevole della risorsa idrica in perfetto stile Hip-Hop… e con un pizzico di ironia!

 
 

Flashmob #200infinito

il flashmob in occasione del bicentenario de “L’Infinito” di Leopardi.

Dopo lo studio approfondito delle opere del poeta recanatese e la visita dello scorso 16  gennaio ai luoghi leopardiani, le classi terze della Secondaria di Primo Grado partecipano con entusiasmo alla sfida di “#200Infinito”, un’idea di Olimpia Leopardi, accolta poi dal MIUR e diffusa su tutto il territorio nazionale per celebrare i duecento anni della poesia più famosa di Giacomo Leopardi.

Ma cos’è “#200Infinito”? Un flasmob, un evento collettivo, una lettura corale e simultanea dei versi de “L’Infinito”…? Tutto questo e molto di più: è un’occasione per celebrare la potenza universale della poesia attraverso il coinvolgimento attivo dei ragazzi con l’utilizzo dei nuovi media (web e social network).

L’evento, come da programma,  si svolge il 28 maggio 2019 alle ore 11.30 a Recanati ma  contemporaneamente in tutte le piazze italiane, dato che ciascun istituto scolastico aderente realizza una diversa iniziativa da documentare con un video, che sarà poi diffuso attraverso i canali web/social ufficiali. E’ necessario utilizzare l’hashtag #200infinito e la menzione alle pagine ufficiali @miursocial e @casaleopardirecanati. Inoltre sia i ragazzi che tutti i cittadini, potranno partecipare al social contest su Instagram dedicato all’iniziativa. Agli utenti verrà chiesto di condividere le loro stories al momento dell’appuntamento, seguendo i seguenti passi: dovranno recitare in video il verso preferito de “L’Infinito”, inserire l’hashtag #200infinito e la menzione alle pagine ufficiali @miursocial e @casaleopardirecanati, pubblicare le stories sul proprio profilo Instagram. Durante la giornata una selezione dei video verrà condivisa sul canale Instagram del MIUR.

Il video realizzato dagli alunni delle classi IIIA – IIIB – IIIC della Scuola Secondaria di Primo Grado dell’Istituto “Mazzini” ha l’intento di richiamare alla mente le diverse forme di infinito: l’infinito spaziale del paesaggio leopardiano (i monti Sibillini), l’infinito matematico (∞), l’infinito uditivo (silenzio), “L’Infinito” poetico (i versi della poesia di Leopardi) e infine  attraverso il “passaggio di palla” quello social (la condivisione sulla rete). Si ringrazia per la preziosa collaborazione il prof. Federico Moscoloni.

#200infinito

@miursocial

@casaleopardirecanati

 

Olimpiadi del problem solving: complimenti ai nostri ragazzi!

Sabato 13 Aprile, a Cesana, si sono tenute le “Olimpiadi del problem solving”, gare d’informatica per promuovere la diffusione del Pensiero Computazionale tramite attività coinvolgenti che si applicano alle diverse discipline scolastiche.

Grandissimo orgoglio e soddisfazione per i nostri ragazzi della scuola secondaria Alice Galassi, Margherita Mengucci, Gabriele Piersigilli (della classe 3^ B) e Thomas Biondini (della classe 3^ A) capitanati dalla Prof.ssa Fiorella Baldini, che si sono classificati al secondo posto, vincendo un bellissimo drone!

Non hanno conquistato il primo posto per un soffio, avendo inserito i dati con 1 minuto e 11 secondi di ritardo!

COMPLIMENTI RAGAZZI!!!

 

   

“e il naufragar m’è dolce in questo mare…”

Il 16 Gennaio 2019, in una splendida ma fredda giornata di sole, noi leggendari esploratori della 3C, accompagnati dai valorosi proff. ci siamo diretti, assieme ai nostri compagni della 3A e della 3B, verso l’ambita cittadina di Recanati, “il natio borgo selvaggio”, che ha dato i natali a Giacomo Leopardi, o Giacomuccio come veniva chiamato in famiglia.

        La visita nel suo mondo è iniziata con l’ingresso a Casa Leopardi o “la sua piccola prigione” (come lui la definiva).

Una imponente scalinata marmorea ci ha condotti all’unico piano visitabile dove siamo rimasti di stucco alla vista della ricchissima  biblioteca paterna nella quale, si racconta, trascorse “sette anni di studio matto e disperatissimo”.

Ma li avrà poi letti tutti quei libri? Si vede che, all’epoca, non era stata ancora inventata la PS4 anche se lui, come ci ha riferito la guida, si divertiva a giocare con i suoi fratelli e con… Maurizio: un guerriero medievale assemblato da Monaldo (padre di Leopardi) per far giocare, appunto, i suoi figli.

Durante il percorso abbiamo potuto ammirare anche alcuni ritratti e l’albero genealogico della famiglia Leopardi.

Quello che però è stato suggestivo è l’atmosfera che si respira a Palazzo Leopardi dove, con un po’ di immaginazione, sembra di vedere ancora il giovane Giacomo seduto ad un piccolo tavolo tra le “sudate carte” e lo sguardo rivolto verso la piazzetta del Sabato del Villaggio dove la sua “Silvia” era intenta “all’opre femminili”.

Ore 12:00...Pausa pranzo e poi, con la mappa del tesoro in mano, abbiamo raggiunto il prof. Mario Elisei per una suggestiva visita tra i luoghi leopardiani in cui noi ragazzi siamo stati parte attiva recitando le poesie del poeta tra cui “L’Infinito” che ci ha regalato l’immagine di un paesaggio incantevole, ricreando l’atmosfera vissuta dall’autore in prima persona ed il “Passero Solitario” che abbiamo recitato sullo sfondo della “Torre antica” che Leopardi cita nei suoi celebri versi.

Quest’uscita didattica ha regalato a noi studenti e professori anche un lato inedito del poeta. Lo sapevate che era anche un burlone? Figuratevi che aveva scritto una lettera alla Marchesa Roberti che lui tanto disprezzava, firmandosi La Befana.

Con grande dispiacere, dopo una breve sosta rifocillante (merendine, gelati, patatine e partita a calcio balilla), le nostre mappe ci hanno riportato al punto da cui tutto era iniziato: la nostra fantastica avventura era giunta al termine. Tutti sul pullman per fare rientro a Castelfidardo, il NOSTRO “natio borgo selvaggio”.