IC MAZZINI

News

 

Strade romane…in scatola

I bambini della 5^D tempo pieno del plesso Mazzini si sono trasformati per qualche ora in ingegneri e architetti, sperimentando la costruzione delle strade romane…in scatola! Con il sussidio di libri, mappe e video, abbiamo compreso l’importanza delle reti stradali per collegare il vasto territorio dell’Impero e per permettere il transito di persone e merci. Le strade dovevano essere funzionali, comode e resistenti. Sicuramente i Romani devono aver fatto un ottimo lavoro, poiché anche oggi possiamo osservare questo spettacolo ingegneristico. Per consolidare le conoscenze acquisite, è stato proposto l’approfondimento della tecnica di costruzione delle strade. Realizzare l’attività è molto semplice e divertente: occorrono una scatola trasparente, buste trasparenti, terriccio, ceci, orzo, zucchero e cicerchia. Ogni materiale è stato usato per formare uno strato: i ceci rappresentano le rocce più massicce poste alla base; orzo e zucchero, come sabbia e ghiaia, compongono lo strato intermedio; per finire, il lastricato di pietre levigate creato con la cicerchia.

       

 

 

 

Green day

Il 18 maggio 2019 gli alunni della classe quinta Cerretano insieme ad alcuni alunni della scuola Sant’Anna e Soprani, hanno effettuato un’uscita didattica al Monumento All’Alpino in Piazza XXV Aprile di Castelfidardo, in occasione del Green Day organizzato dal Lions Club Castelfidardo in collaborazione con l’Amministrazione Comunale. Questa giornata è stata dedicata alla pulizia del luogo per trasmettere ai bambini l’importanza di salvaguardare l’ambiente: elemento essenziale e imprescindibile per garantire i futuro dell’umanità.
Oltre al Presidente del Lions Club Donato D’Angelo, sono intervenuti il Sig. Eugenio Paoloni della Fondazione Ferretti e l’Assessore all’ambiente Romina Calvani che hanno sensibilizzato i bambini parlando di quanto sia sempre più importante diffondere e sostenere la cultura dell’ambiente.
I bambini , muniti di guanti, cappellini, divise ed appositi sacchetti, hanno raccolto tutta la sporcizia presente, notando come il parco fosse pieno di immondizia, mentre il cestino dei rifiuti era praticamente vuoto.
Al rientro a scuola i bambini hanno scritto delle riflessioni:
   
 

Flashmob #200infinito

il flashmob in occasione del bicentenario de “L’Infinito” di Leopardi.

Dopo lo studio approfondito delle opere del poeta recanatese e la visita dello scorso 16  gennaio ai luoghi leopardiani, le classi terze della Secondaria di Primo Grado partecipano con entusiasmo alla sfida di “#200Infinito”, un’idea di Olimpia Leopardi, accolta poi dal MIUR e diffusa su tutto il territorio nazionale per celebrare i duecento anni della poesia più famosa di Giacomo Leopardi.

Ma cos’è “#200Infinito”? Un flasmob, un evento collettivo, una lettura corale e simultanea dei versi de “L’Infinito”…? Tutto questo e molto di più: è un’occasione per celebrare la potenza universale della poesia attraverso il coinvolgimento attivo dei ragazzi con l’utilizzo dei nuovi media (web e social network).

L’evento, come da programma,  si svolge il 28 maggio 2019 alle ore 11.30 a Recanati ma  contemporaneamente in tutte le piazze italiane, dato che ciascun istituto scolastico aderente realizza una diversa iniziativa da documentare con un video, che sarà poi diffuso attraverso i canali web/social ufficiali. E’ necessario utilizzare l’hashtag #200infinito e la menzione alle pagine ufficiali @miursocial e @casaleopardirecanati. Inoltre sia i ragazzi che tutti i cittadini, potranno partecipare al social contest su Instagram dedicato all’iniziativa. Agli utenti verrà chiesto di condividere le loro stories al momento dell’appuntamento, seguendo i seguenti passi: dovranno recitare in video il verso preferito de “L’Infinito”, inserire l’hashtag #200infinito e la menzione alle pagine ufficiali @miursocial e @casaleopardirecanati, pubblicare le stories sul proprio profilo Instagram. Durante la giornata una selezione dei video verrà condivisa sul canale Instagram del MIUR.

Il video realizzato dagli alunni delle classi IIIA – IIIB – IIIC della Scuola Secondaria di Primo Grado dell’Istituto “Mazzini” ha l’intento di richiamare alla mente le diverse forme di infinito: l’infinito spaziale del paesaggio leopardiano (i monti Sibillini), l’infinito matematico (∞), l’infinito uditivo (silenzio), “L’Infinito” poetico (i versi della poesia di Leopardi) e infine  attraverso il “passaggio di palla” quello social (la condivisione sulla rete). Si ringrazia per la preziosa collaborazione il prof. Federico Moscoloni.

#200infinito

@miursocial

@casaleopardirecanati

 

Olimpiadi del problem solving: complimenti ai nostri ragazzi!

Sabato 13 Aprile, a Cesana, si sono tenute le “Olimpiadi del problem solving”, gare d’informatica per promuovere la diffusione del Pensiero Computazionale tramite attività coinvolgenti che si applicano alle diverse discipline scolastiche.

Grandissimo orgoglio e soddisfazione per i nostri ragazzi della scuola secondaria Alice Galassi, Margherita Mengucci, Gabriele Piersigilli (della classe 3^ B) e Thomas Biondini (della classe 3^ A) capitanati dalla Prof.ssa Fiorella Baldini, che si sono classificati al secondo posto, vincendo un bellissimo drone!

Non hanno conquistato il primo posto per un soffio, avendo inserito i dati con 1 minuto e 11 secondi di ritardo!

COMPLIMENTI RAGAZZI!!!

 

   

Inaugurazione busto Mazzini

Mercoledì 20 marzo è stata una mattinata molto importante per tutti i bambini e i docenti della scuola primaria del plesso Mazzini!

L’Associazione Carabinieri in congedo ha donato al plesso un busto di Giuseppe Mazzini in onore di questo importante personaggio a cui è dedicata la nostra scuola.

E’ stata una bellissima occasione per i nostri alunni di quinta, che hanno avuto l’opportunità di approfondire la biografia di Mazzini e di cantare l’inno di Mameli insieme ad una rappresentanza dell’associazione, la nostra dirigente Vincenza D’Angelo e il sindaco di Castelfidardo Roberto Ascani.

Un ringraziamento davvero sentito ai carabinieri in congedo per questo dono così gradito!

 

 

Scuola Senza Zaino: progetto Di.Di. con Indire e Avanguardie Educative!

 Anche l’INDIRE riconosce la validità del modello Senza Zaino!

Con orgoglio, lo scorso 9 febbraio a Pesaro,  la scuola primaria Mazzini ha partecipato al terzo seminario del progetto DI.DI. per le scuole senza zaino del centro Italia, presentando un’attività svolta in classe come esempio di buone pratiche didattiche.

“La metodologia della didattica differenziata , su cui è basato il modello senza zaino, prevede che gli studenti svolgano in classe attività diverse contemporaneamente, lavorando in autonomia o suddivisi in piccoli gruppi. L’assunto di base di questo approccio è quello di riconoscere le differenze e i talenti, promuovere le potenzialità e dare la possibilità ai discenti di seguire il proprio ritmo di apprendimento.Tutto questo è correlato a una nuova idea di aula e di spazio educativo: non esistono cattedre o file di banchi, ma aree diversificate che lasciano posto ad arredi più flessibili, come ad esempio i banchi modulari, ideali anche per attività ricreative o da fare in gruppo”.

Di seguito il link di approfondimento: 

http://www.indire.it/2019/01/31/indire-partner-scientifico-del-nuovo-progetto-per-la-didattica-differenziata-di-di/?fbclid=IwAR1ceG_QNeHncsmSlBiZGZHM-Rd2HTfoYVD4lWZ7Td9V7piUWIuUU9YuvDc