IC MAZZINI

LE NOSTRE ATTIVITA’

 

Premiazione del concorso “Una perla per Shlomo”

Giovedì 13 febbraio alle ore 17 si è svolta al teatro La Fenice di Osimo la premiazione del concorso “Una perla per Shlomo”, organizzato dall’I.I.S “Laeng-Meucci”. Questa iniziativa è rivolta ai ragazzi delle classi terze delle Secondarie di Primo Grado di Castelfidardo e Osimo ed ha lo scopo di ricordare e promuovere lo studio e l’approfondimento della Shoah, in particolare è legato al ricordo di Shlomo Venezia, sopravvissuto al campo di sterminio Auschwitz-Birkenau, divenuto poi testimone lucido e coraggioso delle disumane atrocità ivi perpetrate.

A questa settima edizione gli studenti dell’I.C. Mazzini hanno partecipato elaborando poesie, testi narrativi e manufatti artistici; ben dieci prodotti sono stati presentati. E l’impegno,  la cura e la passione con cui i ragazzi hanno lavorato sono stati ampiamente riconosciuti dalla giuria del concorso. Continua a leggere…Premiazione del concorso “Una perla per Shlomo”

Dalla pixel art… ai portachiavi

I bambini della classe 2C della scuola Primaria “Mazzini”, hanno sperimentato il coding su carta divertendosi con la pixel art!

Per Natale hanno realizzato dei portachiavi con delle perline (Pyssla) seguendo il codice!

Coding… un gioco da ragazzi!

hdrpl

In your shoes

Con lo spettacolo teatrale ” In your shoes”, andato in scena l’11 Dicembre al cinema  teatro Astra di Castelfidardo, i ragazzi della scuola primaria Cerretano, anche quest’anno stupiscono e sorprendono il pubblico per la loro bravura. Meravigliosi gli abiti e le scenografie  realizzati con l’aiuto dei genitori, coinvolgenti le coreografie studiate da Elisabetta Mazzieri, strepitoso il coro dei bimbi diretto da Barbara Camilletti, azzeccato il copione scritto dagli insegnanti.
Le offerte ricavate sono state devolute a due associazioni di Castelfidardo che si occupano di formare e integrare nel territorio ragazzi con disabilità : L’ Oasi dei pavoni” e ” Il Centro Arcobaleno”.
Nella stessa serata inoltre,sono state ringraziate alcune ditte costruttrici di fisarmoniche di Castelfidardo, le quali con la donazione di nove bellissime fisarmoniche agli studenti, permetteranno, dal mese di Gennaio, l’avvio di un  importantissimo progetto: ” Parole e note di fisarmonica al Cerretano”, in collaborazione con la Scuola Civica Paolo Soprani diretta dal maestro Emiliano Giaccaglia. Siamo orgogliosi di condividere con voi i nomi delle ditte  benefattrici:
Baffetti, Beltuna, Bugari, Fismen, Pasco Italia, Pigini, Scandalli inoltre Fuselli, Binci, Garbuglia, Nuova Cam,T.L.R., R.C.R., Onofri di Mattia Campanari, Marconi, Galassi, Senatori, Mafra, Cagnoni, Canalini, S.P. M.
Un ringraziamento speciale va ad Andrea Carini noto accordatore di Castelfidardo, papà sensibile e attento, il quale con le sue conoscenze nel settore, ha permesso la nascita e la realizzazione del progetto.
“In your shoes”, ” Nelle tue scarpe” rappresenta   la capacità di fare propri gli stati d’animo altrui e il dono migliore che possiamo fare a noi stessi. 

Lions Club International: INSIEME PER LA PACE

I disegni dei nostri studenti saranno esposti presso l’Atrio Comunale dal 12 al 15 dicembre.

PRIMO PREMIO: CLAUDIA MASSACCESI

SECONDO PREMIO: MELISSA STODUTO

TERZO PREMIO: ANNA MORESCHI

GRECIA: SECONDA MOBILITA’

PROGETTO ERASMUS+ “WITH YOU, WITH EVERYBODY”

La settimana dal 9 al 16 novembre 2019 ha visto svolgersi la seconda mobilità prevista nell’ambito del progetto Erasmus +, “With You, With Everybody” a cui hanno partecipato, oltre ai docenti accompagnatori, due alunni, una ragazza e un ragazzo, delle classi seconde della Scuola Secondaria di I grado del nostro istituto comprensivo. Elisa Vitalino e Matteo Paolo sono stati ospitati da una famiglia di due alunni frequentanti la scuola partner “Primary School of Melissi” Melissi (Grecia). Oltre ai nostri studenti, sono stati accolti presso le famiglie greche anche ragazzi delle altre due scuole partner del progetto (Lituania e Spagna).

Durante la settimana, i nostri studenti hanno partecipato alle attività didattiche della scuola ospitante nonché alle uscite sul territorio quali la visita al parco Aghios Nikolaos, quella ai siti archeologici di Verghina (che ospita la tomba di Filippo II, padre di Alessandro Magno) e di Pella e la visita alla città di Salonicco. I ragazzi hanno anche molto apprezzato (e testato con entusiasmo!) le terme di Pozar e le cascate di Edessa mentre, nel pomeriggio, sono stati impegnati in momenti organizzati o dalla scuola oppure autonomamente dalle famiglie ospitanti.

Due associazioni operanti sul territorio hanno proposto attività legate alle tematiche del progetto, inclusione e integrazione, alle quali hanno partecipato sia ragazzi che docenti.

Anche questa esperienza, così come la prima tenutasi a Mòstoles, in Spagna, è risultata altamente positiva e formativa, coinvolgendo i partecipanti sotto ogni punto di vista. I ragazzi si sono perfettamente integrati sia con la famiglia ospitante che con la comunità scolastica locale. E il momento dei saluti è stato, anche questa volta, ricco di emozioni… e lacrime…

Una nuova “avventura”, questa, che non verrà dimenticata dai nostri ragazzi, ma neanche dai docenti. La scuola greca, alunni, insegnanti e genitori, ci hanno avvolto nel loro benvenuto e ci hanno fatto apprezzare lo spirito e la tradizione greca. Lo scopo dei progetti europei è proprio questo… capire che, in fin dei conti, la nostra casa è anche ovunque si è accolti.

22 novembre: elezione del C.R.A per le classi quarte Senza Zaino

La partecipazione attiva dei bambini è uno dei pilastri del modello Senza Zaino e della scuola della Responsabilità.  I nostri “ragazzi” delle classi IV A e IV B sono pronti per eleggere i propri rappresentanti di classe che andranno a formare il CRA, il Consiglio dei Rappresentanti degli Alunni. Nelle settimane precedenti, i bambini hanno riflettuto  sull’importanza di avere dei rappresentanti all’interno di una comunità, chiarendo quali saranno i compiti e quale invece il ruolo di tutti gli altri componenti della classe. In una seconda fase sono stati invitati a pensare alla eventuale candidatura e alla produzione del proprio programma elettorale che è poi rimasto esposto in visione dei compagni di classe che dovranno votare (saranno eletti i primi due candidati che riceveranno più voti).                                                                                                                    Domani, 22 novembre, è prevista la votazione nei due seggi predisposti a scuola, in cui ci saranno anche un Presidente ,due scrutatori ed un segretario che redigerà il verbale. Un vero e proprio “piccolo seggio elettorale” con tutte le caratteristiche di quello “dei grandi”. 

FACCIAMO IL VINO

Il 7 Ottobre noi bambini della IIA e della IIB  senza zaino della scuola primaria Mazzini ci siamo trasformati in “vignaioli”.  Per prima cosa abbiamo diraspato i grappoli, cioè abbiamo separato gli acini dal raspo. Successivamente abbiamo pigiato con le mani gli acini e separato con un passaverdura le bucce e i vinaccioli dal succo. Infine abbiamo lasciato il mosto a riposare.

Dopo alcuni giorni abbiamo osservato che il colore del mosto era cambiato, diventando più chiaro, e che si erano formate tante bollicine in superficie, perché era iniziata la fermentazione grazie ai saccaromiceti, piccoli esseri viventi che trasformano gli zuccheri presenti nell’ uva in alcool e quindi il mosto in vino. Con l’aiuto di un imbuto ed un colino, abbiamo filtrato il vino e infine lo abbiamo imbottigliato ed etichettato, per portarlo a casa il giorno di San Martino.

“Due occhi per chi non vede” – Lions Club Castelfidardo

Sabato 16 novembre 2019

Auditorium San Francesco di Castelfidardo

La classe IA della Secondaria di Primo Grado

ha partecipato alla cerimonia di consegna ufficiale del cane guida Dark a un non vedente.

L’evento è stato organizzato dal Lions Club “Castelfidardo – Riviera del Conero”, che ha voluto condividere con i ragazzi degli istituti scolastici e l’Amministrazione Comunale questo importante momento.

Grazie alla testimonianza diretta di un non vedente i ragazzi hanno potuto riflettere sulla diversità per acquisire una maggiore consapevolezza e sensibilità verso l’altro, soprattutto verso chi è meno fortunato di noi.